Gli errori fondamentali da non commettere nella ricerca della location per il matrimonio

Ci sono parametri secondari, ma non per questo meno importanti, da tenere in considerazione quando scegliete la location per festeggiare il vostro matrimonio.

Quando vi mettete alla ricerca della location più adatta per il matrimonio, giustamente i primi parametri che ponete in cima alla vostra lista per la valutazione sono il genere, quindi lo stile, e la capienza – e fin qui tutto perfetto.

Una volta che avete individuato uno/due posti che vi fanno battere il cuore, non dovete però dimenticarvi di riflettere su 3 semplici aspetti, che a volte vi sfuggono per la troppa fretta di concludere ed accaparrarvi la location dei vostri sogni.

location matrimonio
Tenere in considerazione i parametri tecnici per la scelta della location per il matrimonio è fondamentale

I tre errori da evitare nella scelta della location per il matrimonio

Mancanza di un piano B

Avete visto tutti gli spazi a disposizione all’interno e all’esterno della location e il responsabile della struttura vi spiega come normalmente si svolgono i banchetti di nozze lì: aperitivo in giardino, cena placè all’interno nelle sale, taglio della torta di nuovo all’esterno, festa danzante al chiar di luna. Questa è la situazione ideale.

Ma che succede se disgraziatamente le condizioni meteorologiche sono sfavorevoli? Assicuratevi che la location sia altrettanto affascinante in caso di pioggia e che tutte le fasi del ricevimento si possano svolgere in tranquillità ed al riparo: c’è uno spazio coperto ulteriore dove servire l’aperitivo? Lo stesso può essere usato per festeggiare dopo la cena? Se la risposta è no, allora scappate a gambe levate e toglietevi dalla testa questo posto.

Limitazioni sull’allestimento

Sognate da tempo di farvi fare un progetto per l’allestimento che sia mozzafiato: fiori a profusione, candele, nastri, oggetti preziosi in ogni dove. Avete però considerato che la location possa darvi delle limitazioni in proposito? Magari non è permesso accendere le candele in una determinata area oppure non è consentito appendere decorazioni, lanterne, nastri o quant’altro perché i soffitti sono affrescati o perché non vi è nessun appiglio da poter sfruttare. O ancora non potete spargere petali o prevedere un lancio di coriandoli.

Se la situazione che vi si presenta è di questo tipo, allora le soluzioni sono due: ridimensionare la vostra immaginazione oppure cambiare location.

Mancanza di parcheggio

Sembra un aspetto di poco conto, ma provate a pensare cosa succederebbe se, con un parterre di 50 auto previste il giorno delle nozze, il parcheggio della location che avete scelto ne possa ospitare solo una decina… Dovrete a questo punto necessariamente informarvi per capire se nelle vicinanze sono a disposizione aree pubbliche ove poter consentire alle auto di sostare durante il ricevimento, il che comporta altri due piccoli problemini da affrontare:

  1. la sosta è a pagamento? In questo caso dovrete munirvi di ticket prepagati per tutti, in modo da poterli consegnare agli autisti delle auto per tempo: non vorrete mica che gli ospiti arrivino sul posto e intraprendano una caccia disperata al tagliando, mentre voi siete già davanti al vostro flute di champagne, vero?
  2. È necessario richiedere dei permessi speciali al comune per consentire la sosta di così tanti veicoli vostri ospiti? Informatevi con gli uffici preposti, prima possibile.

 

Sono tanti gli spetti tecnici che possono gravare sull’organizzazione del vostro matrimonio, e, credetemi, spesso non semplici da affrontare. Quello che ci vuole è attenzione, prima di tutto e capacità di discernimento, al di là del lato emotivo con cui fare i conti nella scelta della location. Avere al vostro fianco una persona che, con atteggiamento neutrale, sappia cogliere tutte le sfumature e che vi dia consigli su come affrontare questo passo, è davvero fondamentale. In questo caso è necessario davvero essere spietati, passatemi il termine: niente deve essere lasciato al caso, perché anche solo un piccolo dettaglio che vi era sfuggito potrebbe rovinare la giornata.

Io sono qui, se ne avete bisogno: il mio lavoro consiste anche nell’esaminare l’intero spettro di possibilità a disposizione, per sviscerarne ogni aspetto e trovare la quadratura del cerchio: un po’ analista, un po’ avvocato del diavolo e anche un po’ maga…scegliete voi!

Grazia