Lighting Design: l’uso delle luci per il matrimonio

Il matrimonio è un evento unico, dove confluisce l’operato di molti professionisti che lavorano in sinergia affinché il risultato delle loro fatiche sia unico e resti impresso nella memoria di tutti gli invitati. Negli ultimi anni si è fatta prepotentemente strada la figura del lighting designer come fornitore chiave per la progettazione: le luci per il matrimonio sono diventate una parte sine qua non dell’allestimento e qui vi spiego brevemente perché non dovete sottovalutarne la rilevanza.

L’importanza delle luci per il matrimonio: dove, come e perché

 Sia che optiate per un ricevimento diurno sia serale, vi troverete ben presto a realizzare che senza un valido progetto di lighting design, il vostro allestimento mancherà sempre di qualche cosa, non avrà quel tocco in più che farà brillare gli occhi a voi e ai vostri ospiti.

A livello tecnico, esistono dei parametri ben precisi su cui si basa la progettazione dell’illuminazione, che sostanzialmente posso riassumervi con alcuni esempi.

Il principio fondamentale è che è necessario rendere visibile ciò che non lo è ma è necessario che lo sia o, al contrario, nascondere ciò che non si deve vedere.

L’uso più frequente delle luci per il matrimonio è senz’altro quello che sottolinea i particolari. Pensate per esempio al tavolo del buffet, oppure ai centrotavola floreali arricchiti per l’appunto con candele o ancora al gazebo sotto il quale avverrà il taglio della torta. Tutti casi in cui la scenografia che si crea con l’utilizzo delle luci determina l’accentuazione di un punto focale.

le luci per il matrimonio
Il tavolo della torta illuminato – ph. Aaron Delesie

 

A volte l’illuminazione interna di una sala per ricevimenti non è sufficiente e va quindi rinforzata: grazie ad un impianto perimetrale, si possono enfatizzare le pareti, i soffitti o alcuni dettagli architettonici della location, ad esempio grazie all’utilizzo di proiettori posti in basso che puntano la luce verso l’alto. Importante, in questi casi, dosarne l’intensità e il colore, in modo che non contrasti con la palette generale dell’evento. Il risultato sarà sicuramente di grande effetto.

luci matrimonio: illuminazione perimetrale
Illuminazione perimetrale – ph.Lindsay Landman

 

Nei matrimoni di un certo prestigio, è spesso richiesta la realizzazione grafica di un monogramma che possa essere proiettato sulla pista da ballo o su una parete, magari alle spalle del tavolo degli sposi: avremo quindi le iniziali della coppia, oppure la data del matrimonio o ancora una figura particolare cara agli sposi che in maniera teatrale si paleseranno nel locale. Un dettaglio molto particolare e glamour che richiede uno studio accurato degli spazi a disposizione.

luci per il matrimonio: monogramma
Proiezione del monogramma personalizzato per gli sposi – ph.Revelry Event

 

Altro caso in cui le luci la fanno da padrone è quello dell’illuminazione degli esterni, quindi quando l’evento si svolge all’aria aperta. Cenare sotto le stelle tra gli alberi è sicuramente molto poetico ed un buon progetto di lighting design può ancor più dare fascino all’evento: string di lampadine tra i rami, come pure lanterne di carta o lampadari chandelier conferiscono una forte personalità al ricevimento, ciascuno nel proprio stile di riferimento.

Illuminazione esterna con lampadari chandelier - ph.Aaron Delesie
Illuminazione esterna con lampadari chandelier – ph.Aaron Delesie

 

Non vi è dubbio quindi che il lighting design ricopra un ruolo fondamentale per la buona riuscita di un progetto di allestimento.

Ancora non vi ho convinti?  Scrivetemi, vi darò molti altri spunti per realizzare alla perfezione il vostro sogno, con la collaborazione dei migliori professionisti della luce.

Grazia